CREDERE IN SÉ STESSI

Credere in sé stessi: perché sorridersi allo specchio!

Si chiamano “credenze limitanti”, iniziare a superarle per credere in sé stessi.

Se hai creduto nel principe azzurro per chissà quanto tempo e forse ci credi ancora, allora vale certamente la pena imparare a credere anche in te stessa!

La nostra mente non riconosce una credenza dalla realtà perché è influenzata dai messaggi che noi diamo al nostro cervello e che recepisce quella informazione come la verità assoluta e la vive come tale.

Per questo è importante iniziare a dare input positivi alla nostra mente, è il primo passo per avere terreno fertile dove coltivare fiducia e stima di sé.

Credere in te stessa vuol dire sapere che qualsiasi sfida o difficoltà ti si presenta tu hai la capacità e gli strumenti giusti per rialzarti sempre.

Questo significa che sarai in grado di prendere decisioni, di fare scelte, di raggiungere obiettivi e di creare la vita che desideri.

E’ importante sviluppare questa virtù perché è la bussola che ti fa superare i tuoi limiti e uscire dalla tua zona di comfort.

Come ho detto, non è una qualità con cui si nasce, ma la si può allenare tutti i giorni e ottenere grandissimi risultati.

 

Credere in sé non è un buon proposito: questo è già il momento giusto

Sappiamo che è determinante il come siamo cresciuti, in quale contesto e che esperienze di vita abbiamo avuto.

Io però penso anche che, certamente questa è una sacrosanta verità, ma è altrettanto vero che ad un certo punto si può dire basta alle solite recriminazioni, rancori e vittimismo. Diventiamo adulte e come donne adulte non possiamo più nasconderci dietro a giustificazioni di questo tipo. Oggi è tuo il compito di cambiare le cose ed iniziare a fare in modo che le cose siano diverse. Ad iniziare ad invertire la marcia. Ora è il momento di rimboccarsi le mani e a qualunque età o stato ti trovi è sempre possibile farlo.

Quello a cui si va incontro quando non si possiede una buona dose di fiducia e conoscenza dei propri punti di forza e talenti è :

  • sentirsi sfiduciati e rassegnati in una situazione 
  • non vedere altre possibilità
  • avere paura di scegliere o prendere una decisione
  • sentirsi frustrate e bloccate
  • credere di essere sfortunate
  • pensare di non essere capaci a fare niente di importante
  • sentirsi impotenti di fronte alle situazioni

E’ sempre un buon momento per iniziare a coltivare la tua autostima e accrescere  la presa di coscienza del potere che hai dentro di te. Ancora di più se stai vivendo un momento difficile da cui non riesci ad uscirne e ti senti insoddisfatta.

 

Come credere in sé stessi? Potresti trovarti in uno di questi casi

Ti invito a riflettere e rispondere con sincerità: ti trovi in una o più di queste 10 situazioni?

  • vorresti cambiare lavoro ma non hai il coraggio 
  • ti senti inadeguata in tutte le situazioni a tal punto da non sapere chi sei cosa vuoi e quali sono le tue potenzialità
  • sei confusa e cambi spesso idea
  • ti giudichi sempre e pretendi la perfezione da te stessa
  • hai bisogno di controllare ogni cosa
  • il tuo rapporto di coppia non ti rende felice
  • pensi che starai sola tutta la vita perché nessuno è interessato a te
  • non chiedi l’aumento anche se ti senti sottopagata per quello che fai 
  • ti senti molto spesso in colpa per ogni cosa
  • hai difficoltà a comunicare in modo adeguato i tuoi bisogni e necessità

Sono solo alcune delle situazioni che riscontro con le donne che accompagno durante il percorso “Innamorati di te”. Se in qualcosa ti sei ritrovata perfettamente allora è il momento di iniziare a lavorare su questo aspetto importantissimo. Si tratta solo di cominciare. 

 

Come fare per ritrovare l’autostima? Consideriamo cinque semplici step:

Smettila di lamentarti

Modifica il tuo dialogo interno. Mentre sorridi davanti allo specchio (sorridere fa bene) ripeti a voce alta un mantra positivo oppure un’affermazione che è contraria rispetto a come pensi di solito.

Tipo : Non riuscirà a fare quella cosa, non andrà bene quel colloquio oppure tanto non mi scriverà, tanto non sarà una persona interessante, la storia andrà male e via di seguito….

Ripeti il contrario.

Una frase generica che però funziona bene è:

Io sono una persona molto interessante e di valore e mi merito il meglio.

Poi puoi immaginare la situazione in positiva e quindi che andrà bene, invece di sognarti che il colloquio andrà male, immagina nella mente che il colloquio andrà bene.

Trattati con Amore

Dedicati e investi del tempo per imparare a gestire le tue emozioni di qualsiasi tipo, anche quelle che non ti piacciono e trasformale in emozioni a tuo favore per diventare padrona di te.

Dedicarti del tempo vuol dire ammettere che vali.

Circondati di persone positive, potenzianti e di valore per te.

Non c’è niente di peggio che avere attorno costantemente persone negative, che ti prosciugano le energie, che ti buttano tutta la spazzatura addosso, che si lamentano sempre, i cosiddetti vampiri energetici.

E se non puoi eliminarle perché sono persone molto vicine a te impara a mettere dei confini.

Dopodiché comunque ti invito ad indagare su queste relazioni.

 

Frequenta persone che sono per te uno stimolo, persone che ti caricano e ti sostengono.

Persone che riescono in qualcosa e da cui puoi anche prendere ispirazione, perché no!

Penso che iniziare questo viaggio di allenamento quotidiano ne valga davvero la pena per gettare le basi e le fondamenta per costruire un casa forte e stabile.

Se sei interessata a questo tipo di percorso puoi scrivermi a lostudiodigreta@gmail.com

Greta D'Adda
lostudiodigreta@gmail.com

Ti aiuto a ritrovare equilibrio e sicurezza in te stessa, vivere le tue emozioni con rispetto, raggiungere la tua personale realizzazione.

No Comments

Post A Comment